Cessione del Quinto Poste Italiane

Una soluzione per ottenere credito agevolmente, dedicata ai dipendenti pubblici ed ai pensionati, è la cessione del quinto Poste Italiane: il Quinto BancoPosta.

Cos’è il Quinto BancoPosta?

Il Quinto BancoPosta è un servizio offerto da Poste Italiane ai dipendenti pubblici o pensionati INPS per accedere ad un finanziamento dietro cessione del quinto, con tassi agevolati. 

 

Come in tutte le cessioni del quinto, le rate da rimborsare verranno trattenute automaticamente sullo stipendio o sulla pensione del richiedente. 

 

Il loro valore non andrà mai a superare il quinto massimo cedibile di pensione o stipendio e l’importo rimarrà fissato per l’intera durata del contratto. 

CONTENUTO DELL'ARTICOLO

La cessione del quinto è un prestito non finalizzato, di conseguenza la motivazione per cui viene richiesta non è da specificare in anticipo.

 

Tale finanziamento può essere richiesto non solo per le proprie esigenze personali ma anche per estinguere un eventuale altro finanziamento già in corso. 

 

 

Per richiedere la cessione del quinto è obbligatorio sottoscrivere un’assicurazione sul lavoro o sulla vita, ma di ciò se ne occupano le stesse Poste Italiane e, nel computo delle rate, verrà compreso il rimborso anche di questa assicurazione.

A chi si rivolge questo servizio?

Possono richiedere la cessione del quinto presso Poste Italiane i dipendenti pubblici in servizio e tutti i pensionati INPS

Il soggetto lavoratore, tuttavia, deve essere in possesso di un contratto a tempo indeterminato; qualora il contratto fosse determinato, la conclusione del finanziamento dovrà cadere prima della chiusura del lavoro per poter usufruire del servizio. 

 

 

Non è necessario che il cliente abbia un conto corrente presso le Poste Italiane. 

 

Se dovesse averlo, la cifra richiesta verrà accreditata direttamente su quel conto o sul libretto postale; in caso contrario, basterà fornire un IBAN per farsi versare la somma in un altro conto oppure potrà esser firmato un assegno. 

 

tempi di erogazione del credito rimangono invariati tra i 10 e i 15 giorni in entrambe le casistiche.

Cessione del quinto poste

Quinto BancoPosta per Dipendenti Pubblici

Con tale finanziamento che prevede il rimborso tramite trattenute sulla pensione, il dipendente pubblico può richiedere fino ad un massimo di 75mila Euro

La somma varia sulla base dell’ammontare delle rate prescelto e della durata del prestito, la quale può variare da 36 mesi fino ad un massimo di 120 mesi.

Quinto BancoPosta per Dipendenti Pubblici

Il requisito minimo è quello di essere cittadini italiani e di avere un reddito fisso mensile.

L’età del richiedente non deve superare i 66 anni al momento del termine del rimborso; inoltre, a questo parametro, si somma un’anzianità massima lavorativa di 42 anni e 10 mesi per gli uomini, e di 41 anni e 10 mesi per le donne.

 

 

I documenti da presentare all’impiegato della sede postale più vicina sono:

  • Documento d’identità e Codice Fiscale
  • Ultime due buste paga e CUD
  • Estratto conto contributivo INPS (per chi supererà i 60 anni alla fine del rimborso)
  • Piano estintivo (per chi dovesse saldare un precedente debito)

Quinto BancoPosta per Pensionati

Tutti i pensionati facenti capo all’INPS, provenienti da qualsiasi Gestione, possono richiedere la cessione del quinto ed avere, così, un finanziamento che consente di richiedere cifre anche elevate. 

 

Queste variano sulla base della pensione percepita.

Le trattenute effettuate mensilmente sulla pensione, come già detto, non supereranno mai il quinto cedibile della stessa. 

La durata del piano di ammortamento potrà variare da 36 a 120 mesi.

Leggi anche l’articolo sui migliori prestiti per pensionati.

Cessione del quinto poste Italiane

Come richiedere la Cessione del Quinto se Pensionati

Come per i dipendenti pubblici, il pensionato dovrà prendere appuntamento presso una sede di Poste Italiane e andare fisicamente a discutere del contratto. 

Il cliente dovrà essere un cittadino italiano che non dovrà avere più di 84 anni al momento della fine del contratto. 

 

I documenti richiesti per compilare la domanda sono:

  • Codice Fiscale e Documento d’identità
  • Certificato della pensione (Modello OBISM) oppure la Comunicazione di Liquidazione Pensione, se da poco pensionato
  • Conteggio estintivo (se il pensionato deve estinguere un precedente finanziamento)

Tassi e promozioni

In linea generale, il Tasso Annuo Nominale (TAN) è fissato al 6,20% da Poste Italiane, mentre il Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) è pari al 6,38%.

 

In alcuni momenti, però, Poste Italiane applica delle promozioni sui servizi offerti che possono portare TAN e TAEG a scendere fino all’incirca al 5%.

In conclusione

Il Quinto BancoPosta è un’alternativa alla cessione del quinto INPS

 

Con quest’ultima condivide modalità di rimborso pratica ed ampia accessibilità, anche per i cattivi pagatori. 

 

Tuttavia, il Quinto BancoPosta, grazie alle promozioni, può presentare tassi più agevolati e, da non tralasciare, permette di richiedere il finanziamento anche se non si ha un conto corrente presso le poste.

simulazione
cessione del quinto

Esempio di prestito con cessione del quinto erogato ad un ex dipendente statale nato il 01/02/1954: importo erogato 28474,47€ da rimborsare in 120 rate mensili da 300,00€ – TAN fisso 4,84% – TAEG fisso 4,97% – importo totale dovuto dal consumatore di 36.000,00€ spese assicurative comprese nella rata, tasso fisso rata costante , bollo 16 euro.

articoli consigliati per te:

Prestiti INPS pensionati Invalidi
INPS

Prestiti Inps Invalidi Civili

FINO A 75.000€ simulazione del PRESTITO tasso conveniente tempi di erogazione rapidi risposta in giornata consulenza personalizzata Esempio di prestito con cessione del quinto erogato

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.